mercoledì 23 ottobre 2013

Benvenuta Matilde

Di questi tempi si pensa sempre di più al regalo utile e cosa di più utile per una neo mamma se non pannolini? Si, non è una novità che confeziono torte di pannolini, ma per la prima volta ho provato a confezionarla ad un piano solo e non arrotolati. Il web è pieno di immagini di torte di pannolini, ma cercavo qualcosa di semplice e mi ha colpito il cupcakes di Elena. Bhè, decisamente molto bella, credo proprio di preferirla. La trovo molto fine, forse meno appariscente delle classiche torte a tre piani, ma non pensate che ci stiano molti meno pannolini...affatto!! Questa ne contiene ben 63, e credo che sia un numero accettabile per un piccolo pensiero ad un'amica che ha appena partorito. E allora il mio augurio si unisce a quello di Eleonora che mi ha commissionato questa torta per una sua cara amica.

Benvenuta Matilde!!


e questa la card abbinata, un po' semplice,
ma sinceramente era così che la vedevo per un giusto abbinamento




E per chi volesse provarci...un mini tutorial!

Occorrente: 
- Pannolini
- Prodotti vari per il bagnetto (se si desidera)
- Un vassoio rigido per torte
- Centrino di carta per torte
- Cartoncini vari e decorazioni


Prendere la misura dell'altezza e decorare il cartoncini a piacere, io ho voluto ispirarmi ad un dolcetto



Posizionare al centro i prodotti, in modo che fungano anche da sostegno per la struttura
e man mano "avvolgerli" con i pannolini


continuare ad avvolgere pannolini in modo che formino una texture
e rialzarli un po' al centro per dargli la forma da dolcetto.

Come sempre le mie foto non sono il massimo, ma arrivo sempre a fotografare la sera prima di consegnare
Perdono!!

Anche con questo post partecipo all'iniziativa di Chiara un pin al mese


5 commenti:

  1. Ciao Dada.. Che bella!
    La trovo davvero un ottima variante.
    Complimenti! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ma siamo oneste..non è proprio tutta farina del mio sacco, sono stata ispirata

      Elimina
  2. Anche a me ha molto colpito il modello di Elena e alla prossima occasione ci proverò anche io :-)

    RispondiElimina